CALAO EXPRESS 145 (dicembre 2015

Il . Inserito in Comunicati per il sito

Bollettino elettronico del Movimento Africano dei Bambini e dei Giovani Lavoratori

Pubblicato da Enda TM

***************************************************************************

Scriveteci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ou à';document.getElementById('cloak847d9dc8b42a849b49d8694c99f45d62').innerHTML += ''+addy_text847d9dc8b42a849b49d8694c99f45d62+'<\/a>'; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.e consultate il sito

http://www.maejt.orge su facebook: https://www.facebook.com/maejt.francais

***************************************************************************

*MAEJT : partecipazione alla Sessione dell’Unione Africana

*MAEJT : laboratorio di contabilità

*Bénin : avvio di un progetto che coinvolge tre parti

*Camerun : riunione bilancio annuale della coordinazione nazionale degli AEJT

*Ghana : ascolto dei bambini in difficoltà e corso d’alfabetizzazione

*RDC : celebrazione della Giornata Internazionale dei diriti del bambino

*Rwanda : partecipazione ai giochi dell’amicizia

*Sierra Leone : aiuto ai bambini e alle famiglie vittime di inondazioni

****************************

*MAEJT:partecipazione alla Sessione dell’Unione Africana

Dal 17 al 21 novembre 2015, il Comitato Africano di Esperti sui Diritti e il Benessere del Bambino (CAEDBE) ha tenuto la sua 26maSessione ordinaria ad Addis Abeba, in Etiopia. Nel corso di questa sessione, dove c’era una rappresentanza del MAEJT, sono stati esaminati i rapporti degli Stati parte sull’attuazione della Carta Africana dei Diritti e del Benessere del bambino. E’ stata data l’occasione al MAEJT di fare un breve intervento sul modo in cui gli EJT partecipano all’attuazione della Carta. Il MAEJT si è congratulato con Comitato per i suoi sforzi continui e i sistemi messi in atto e applicati per assicurare la protezione e il benessere dei bambini, in Africa. E’ stato messo l’accento sulle azioni da sviluppare per mettere fine ai matrimoni precoci. Il Movimento ha sviluppato un approccio per sensibilizzare le comunità producendo un cartone animato intitolato “Tounga 3: questo deve fermarsi!”. Si tratta di un film realizzato dai bambini e dai giovani stessi per sensibilizzare e per assicurarsi che la loro voce venga ascoltata e che il loro punto di vista sia preso in considerazione. Il MAEJT ha ugualmente ricordato che la questione della mobilità dei bambini non è un argomento nuovo in Africa, ma che è molto importante sviluppare una strategia per assicurare la protezione dei bambini riguardo il tema. Nel corso di questa sessione, è stata elaborata l’agenda africana per i diritti del bambino sulla base del lezioni imparate e presentate il 20 e il 21 novembre 2015. Dopo la sessione si è tenuta una confereneza per elaborare il programma per i prossimi 25 anni. Alla fine della sessione ordinaria, il CAEDBE ha commemorato il 25 anniversario dell’adozione della Carta.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

*MAEJT: laboratorio dei contabili

Dal 09 al 15 novembre 2015, si è tenuta a Ouagadougou la riunione degli incaricati di coordinazione, dei contabili e dei delegati nazionali dei 6 paesi membri del MAEJT, sostenuti da Save the Children: Bénin, Burkina Faso, Costa d’Avorio, Mali, Niger e Togo. Il laboratorio è stato segnato soprattutto dalla condivisione di esperienze tra paesi sul piano business, il controllo della gestione 2014-2015 della coordinazione nazionale degli AEJT delBurkina Faso (CNAEJTB) e dalle discussioni sulle nuove esigenze di giustificazione delle spese da parte dei partner finanziari. Ogni paese ha elaborato o sta elaborando il suo Piano Business con un progetto ben definito e sottoposto alla riflessione durante l’incontro. Per il controllo della gestione 2014-2015 della CNAEJT Burkina Faso, i partecipanti, divisi in 6 gruppi di 3, hanno lavorato su questi punti: - Coinvolgimento dei bambini nella gestione (partecipazione nella presa di decisioni), - Mobilitazione di risorse, - Banca e Stati finanziari, - Gestione finanziaria e amministrativa, - Procedure d’acquisto (inventare, codificazione), - Classificazione e archivio. L’altra parte del laboratorio è stata segnata dagli scambi tra i partecipanti sui rapporti delle attività da fornire per ognuno dei 6 paesi. Sono state presentate e discusse le nuove esigenze dei partner finanziari sui canovacci e sul contenuto dei rapporti e la loro periodicità. E’ stata fatta una revisione sulla parte che tratta degli acquisti nel manuale di procedure del MAEJT.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

*Bénin : avvio di un progetto che coinvolge tre parti

Inserendosi nel tema del rafforzamento della protezione dei bambini in situazioni difficili e in mobilità, e in partenariato con ASOC Italia, gli AEJT del Bénin, Nigeria e Togo, hanno sviluppato un Progetto intitolato “Pensieri di Cotone per l’Africa”. Il laboratorio di avvio delle attività del progetto si è tenuto dal 10 al 28 novembre 2015 nella sede della Coordinazione Nazionale degli AEJT del Benin, in presenza delle delegazioni degli AEJT dei tre paesi. Questo progetto prevede l’elaborazione dei proverbi da parte degli EJT di ogni paese nella loro lingua locale e la loro traduzione in francese e in inglese. Questi proverbi saranno stampati su magliette vendute dagli AEJT per generare entrate. Più di 500 proverbi sono già stati raccolti e alcuni esemplari sono stati stampati su alcune magliette. Alla fine del laboratorio, il lavoro prosegue nei rispettivi Paesi.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,

*Camerun: Riunione bilancio annuale della coordinazione nazionale degli AEJT

Dal 20 al 22 novembre 2015, si è tenuta la riunione annuale di bilancio 2015 degli AEJT del Camerun. Organizzata in un contesto difficile a causa dei mezzi molto limitati, all’incontro hanno partecipato 23 EJT tra i membri AEJT della Coordinazione Nazionale. La riunione si è soffermata sul riempimento delle tabelle cifrate e delle tabelle dell’uso di risorse. A questo, si aggiunge la revisione dei progressi in coordinazione che ha permesso ai 23 delegati di constatare una netta evoluzione facendo passare la loro Coordinazione dal livello 1++ nel 2014 al 2 nel 2015. I partecipanti si sono congratulati per questi risultati che derivano dai loro sforzi e di quelli dei compagni rimasti nelle città malgrado i mezzi molto limitati. Sono più determinati a continuare nelle loro azioni di protezione dei bambini e di promozione dei loro 12 diritti. Le raccomandazioni fatte: - rilanciare le istanze di comunicazione dell’AEJT con l’obiettivo di accrescere la visibilità di fronte al MAEJT e ai partner esterni, - cercare di avere il riconoscimento locale degli altri AEJT per aumentare le opportunità di mobilità delle risorse presso i partner locali, - seguire in maniera più serrata i progetti di collaborazione iniziati dal comitato di coordinazione con alcune ONG come PLAN Camerun, i villaggi SOS, la Fondazione NDCA, il MINPROF, etc.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

*Ghana : ascolto dei bambini in difficoltà e corso d’alfabetizzazione

L'AEJT Ghana ha creato un sistema di ascolto dei bambini in difficoltà. Tutti i sabati, i membri dell’AEJT si pongono in alcuni luoghi come le stazioni e le piazze dei mercati per ascoltare i bambini in difficoltà e discutere su come risolvere i loro problemi. Questi incontri sono iniziati dal mese di maggio e circa 200 bambini di strada sono stati ascoltati. Inoltre, l’associazione di Adaklu, nello specifico il gruppo di base Liaty, organizza dal mese di agosto alcuni corsi di alfabetizzazione per i membri che non sanno né leggere né scrivere. 25 membri dagli 8 ai 18 anni seguono questi corsi.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

*RDC : Celebrazione della Giornata Internazionale dei diritti del bambino

Il 20 novembre 2015, in collaborazione con UNICEF, Save the Children, il Parlamento dei bambini, e le loro strutture di accompagnamento, UUNGANO Solidarité, gli EJT di Goma hanno celebrato la giornata internazionale dei Diritti del Bambino. Questo è stato fatto in presenza dei mass – media quali la radio kivu1; RTNC e la RadioSAUTI YA INJILI. Erano presenti 229 EJT, di cui 132 bambini, 97 giovani, e 26 genitori. Tra questi bambini, 19 sono stati scelti per dibattere alcuni temi alla radio: bambini esclusi, bambini invisibili, i bambini che non sono registrati allo Stato civile o i bambini che vivono per strada, i bambini abbandonati e i bambini con handicap.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

*Rwanda : partecipazione ai giochi dell’amicizia

Dal 13 al 15 novembre 2015, CVT Bugarama ha partecipato ai giochi dell’amicizia. Questi giochi, organizzati dal Comitato Olimpico del Rwanda e dall’organizzazione internazionale PEACE and SPORT, hanno contato la partecipazione di più di 280 bambini e giovani venuti dai paesi della regione dei Grandi Laghi: Burundi, RD Congo e Rwanda. Molti messaggi di pace sono stati lanciati in presenza delle autorità. Un membro EJT di CVT Bugarama ha vinto il concorso di Salto in alto. Durante la cerimonia di chiusura, gli EJT si sono pronunciati sui 12 diritti, sul contributo che possono apportare allo sviluppo delle loro rispettive località e sull’interesse che la loro partecipazione può generare per tutta la comunità. Gli EJT si sono confrontati con i bambini del Burundi e della RDC, essenzialmente sulle loro condizioni di vita: hanno constatato che un buon numero di questi bambini lavora, ha una vita difficile e merita protezione. Hanno dato loro i numeri di contatti degli AEJT e di alcune persone di riferimento dei loro rispettivi paesi. Durante la loro partecipazione ai giochi dell’amicizia, gli EJT hanno preso contatto con le organizzazioni presenti.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

*Sierra Leone: aiuto ai bambini e alle famiglie vittime d’inondazioni

Dal 26 settembre al 28 ottobre 2015, gli EJT e i loro partner (Sierra Leone social and volunteers Association) hanno svolto attivita’ di promozione dell’igiene per sostenere i bambini vulnerabili e le loro famiglie toccata dalle recenti inondazioni che hanno colpito il centro della città di Brima. Gli EJT e il loro partner hanno apportato un sostegno umanitario ai bambini e ai loro genitori che hanno perso molti loro beni per aiutarli a ricostruire le proprie vite. Nei materiali di promozione dell’igiene consegnati alle famiglie sono contenuti: dei pacchetti di saponi, dei contenitori in caucciù, dei disinfettanti per mani, delle schede sul lavaggio delle mani, della tazze, dei cucchiai, e degli abiti. Questa attività si è svolta nel mini stadio di Brima, per 400 bambini, ed è stato accompagnato da opere teatrali per promuovere un sano e stimolante ambiente.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

A presto con il Calao Express n°146!

Tradotto per conto del MAEJT a cura di ASoC Onlus Vicenza

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinPinterest

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.