Notiziario Italianats ottobre 2013

News
Foglio di collegamento interno della rete Italianats

IN QUESTO NUMERO

EDITORIALE di Aldo Prestipino
Dall'Italia: 25 e 26 ottobre Le delegazioni di Bolivia, Colombia, e Perù a Verona
                 per il Seminario: Conto anch'io;
 Dall'Africa:Assemblea Generale Africana dei Movimenti Ejt  dal 21 ottobre al 2 novembre
                   e altre news

 


Editoriale di Aldo Prestipino

 


IL progetto triennale “El trabajo de crecer”, co-finanziato dalla Unione Europea,  realizzato  da ProgettoMondo Mlal in Bolivia, Colombia e Perù in collaborazione con Manthoc, Fundacion Creciendos Unidos, Fundacion del Pequeno Trabajador, UNATSBO, Asociacion Cuna e Italianats, ha avuto come obiettivo principale la mobilitazione di bambini e adolescenti lavoratori (NATs) e non lavoratori (NNA) organizzati nei tre paesi andini della Bolivia, Colombia e Perù, per promuovere la loro effettiva partecipazione a spazi pubblici di concertazione per la formulazione di politiche di promozione dei diritti dei bambini.
Sono state seguite quattro linee di intervento: la formazione, il rafforzamento della rete nazionale e internazionale, azioni di advocacy politica e di informazione pubblica.  
 In particolare, si e lavorato: a) sull’elaborazione e realizzazione di piani di “incidenza politica” rivolti a migliorare la situazione dell’infanzia nei tre Paesi; b) sulla creazione di  campagne di sensibilizzazione su tematiche quali la partecipazione infantile,  l’educazione e la salute; inoltre era prevista la realizzazione di  un evento in Italia che, come di seguito riportato, si realizza questo mese a Verona con il  titolo: “Conto anch'io” per una riflessione sulle forme di partecipazione e di cittadinanza dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia e in Europa e lo scambio di esperienze tra gruppi organizzati di bambini e adolescenti in Italia ed i protagonisti del progetto in America Latina.
Quest’incontro è l’occasione per riunire istituzioni pubbliche, ONG, Organismi internazionali ed il mondo accademico affinché il dibattito possa arricchirsi di differenti punti di vista e suscitare una rinnovata attenzione al tema della partecipazione dei giovani nelle Istituzioni pubbliche che hanno il compito di elaborare le politiche in materia di infanzia.
Crediamo inoltre che questo evento possa rappresentare un momento di rafforzamento della rete e il coordinamento delle realtà italiane che da anni sono impegnate nel sostegno dei NATs organizzati nei paesi latinoamericani e africani.
Ringraziamo i tanti volontari che continuano a lavorare per il progetto i qualificati relatori che interverranno e  Azione Cattolica Italiana, Banca Popolare di Verona, Chievo Verona AC, CIFA  for Children, Comune e  Provincia di Verona, Hermete, Pidida Veneto,  Pronats,  Regione Veneto, Unicef Italia,     per aver deciso di partecipare a “Conto anch'io”.
Aldo Prestipino
Presidente Italianats

 =========================================================================================

CONTO ANCH'IO     INVITO AL SEMINARIO E ALLE ATTIVITA'   

conto anch io

SABATO 26 ottobre 2013
ore 14.30 - 17.30
piazza Bra, Verona

Tutti in Piazza

Piazza Bra, spazio civico per eccellenza, sarà per un giorno la Piazza dei diritti dei bambini e del loro protagonismo.
Dalle 14.30 alle 17.30 verrà animata da bambini, ragazzi e adolescenti che, attraverso il gioco, coinvolgeranno altri bambini, ragazzi e adolescenti di Verona quali realizzatori e fruitori di esperienze creative, perché insieme possano fare proprio il tema del
protagonismo e della partecipazione dell’infanzia e dell’adolescenza e condividere con la città una riflessione su questa tematica.

Il gioco dell’Oca dei diritti dei bambini
ProgettoMondo Mlal (6-10 anni)

Ludobus
Coop. Hermete (10-14 anni)

Giocogoccia
Unicef (8-13 anni)

Non c’è gioco senza te
ACR (8-12 anni)

La voce dei ragazzi/e
(11-16 anni)

Due tiri al pallone
ChievoVerona A.C. (5-10 anni)

progettomondo.mlal

ProgettoMondo Mlal è un’associazione di volontariato internazionale con sede a Verona. In 48 anni di impegno ha realizzato più di 400 progetti di cooperazione allo sviluppo in 24 Paesi del mondo.
In Italia e a Verona contribuisce all’educazione delle giovani generazioni con la promozione di corsi, laboratori didattici, mostre e seminari dedicati ai più giovani, agli educatori di ogni ordine e grado e alla cittadinanza in generale. Infine grazie ai programmi di servizio civile e
servizio di volontariato europeo, campus e viaggi di conoscenza nel Sud del mondo, si fa ponte tra realtà sempre più vicine.

Info: ProgettoMondo Mlal
viale Palladio 16 - 37138 Vr
+39 045 8102105
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.progettomondomlal.org

CONTO ANCH'IO
Seminario internazionale e partecipazione ragazzi
25-26 ottobre 2013
Verona | Italia

Un weekend all’insegna del protagonismo dei ragazzi.

Ecco un’occasione di informazione, sensibilizzazione e scambio di buone pratiche di cittadinanza
attiva dei bambini, a partire dalle esperienze fatte in America Latina a sostegno dell’infanzia
e dell’adolescenza.
L’obiettivo è valorizzare le nuove generazioni nel contesto in cui vivono, riconoscere loro un
ruolo sociale e, perciò, promuoverne il protagonismo.
Il convegno di venerdì e sabato, grazie all’aiuto di esperti, offre una riflessione più attuale sui
concetti di partecipazione infantile e cittadinanza attiva dei bambini e adolescenti, in Europa e
Italia, e promuove lo scambio di esperienze tra gruppi organizzati di giovani in Italia ed Europa
e i protagonisti del progetto “Il Mestiere di crescere” provenienti dall’America Latina.
Saranno ospiti a Verona delegazioni di adolescenti da Perù, Colombia, Bolivia, Germania e
Italia. Ciascuna presenterà una propria buona pratica di partecipazione e cittadinanza attiva
nella sessione del convegno del 26 ottobre e, più sinteticamente nel pomeriggio in piazza, durante
l’evento finale che concluderà l’iniziativa.
========================================
venerdì 25 ottobre 2013
ore 14.30 - 18.30
Seminario Internazionale
Infanzia, adolescenza e cittadinanza
sala Convegni Banca Popolare di Verona
via San Cosimo 10, Verona

ore 14.30 Apertura
Mario Lonardi presidente ProgettoMondo Mlal
Aldo Prestipino presidente ItaliaNats
ore 15.00 Tavola Rotonda 1
La costruzione di una cittadinanza
per l’infanzia e l’adolescenza
moderatore Lorenzo Bocchese coord. Pidida Veneto
presenta
Giangi Schibotto Universitá Bogotá - Colombia
America Latina:
un “contratto sociale” con l’infanzia
Maria Teresa Tagliaventi Università Bologna - Italia
Nuove identità e nuove proposte per l’infanzia
Francesco Tonucci Ist. Scienze Tecnologie
della cognizione CNR - Italia
Istituti giuridici, spazi politici e risorse pubbliche
per la partecipazione
Dibattito

ore 16.45 Coffee break

ore 17.15-18.15 Tavola rotonda 2
con
Manfred Liebel Università Politecnica Berlino - Germania
Infanzia e cittadinanza in un mondo globalizzato
Alfredo Zannini presidente Unicef Regione Veneto
La convenzione dei diritti dell’infanzia
e partecipazione
Dibattito

ore 18.15-18.30
Aurea Dissegna Garante per i Diritti dell’Infanzia
Conclusioni
==================================
sabato 26 ottobre 2013
ore 9.00 - 13.00

Seconda parte seminario
Esperienze di cittadinanza attiva
sala Convegni Banca Popolare di Verona
via San Cosimo 10, Verona

ore 9.00 Apertura
Aldo Prestipino presidente ItaliaNats

ore 9.30
moderatore Matteo Sartori
Istituto “Levi - Calabrese” S. Pietro - Verona
presenta
Perù
L’esperienza dei Bambini
e adolescenti lavoratori - Nats
Italia
L’esperienza del Don Calabria
Colombia
L’esperienza dei Bambini
e adolescenti lavoratori - Nats

ore 11.00 Coffee break

Germania
L’esperienza di Pasewalk - KiJube
Bolivia
L’esperienza dei Bambini
e adolescenti lavoratori - Nats
Italia
L’esperienza di Azione Cattolica dei Ragazzi
Dibattito

ore 12.30-13.00
Mario Lonardi presidente ProgettoMondo Mlal
Conclusioni

==========================================================================

NOTIZIE DALL'AFRICA

C A L A O E X P R E S S 119 (ottobre 2013)
Bollettino elettronico del Movimento Africano dei Bambini e Giovani Lavoratori
(MAEJT)
Pubblicato da Enda TM con il sostegno di Plan
***************************************************************************
Scriveteci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e consultate il sito web : http://www.maejt.org
**********************************************************************

* MAEJT: formazione impiego dei giovani all’Assemblea Generale di Ouagadougou
* Benin: concretizzazione dei 12 Diritti degli Ejt  (Enfant Jeunes Travailleurs = Bambini e giovani lavoratori)
* Burundi: partita di chiusura del torneo di calcio
* Costa d’Avorio: coinvolgimento degli Ejt nel processo di monitoraggio dei Diritti del Bambino
* Gambia: sensibilizzazione sulla malaria
* Guinea: azioni di lotta contro il colera
* Repubblica Democratica del Congo: lotta contro la malaria/organizzazione di AGR (Attività Generatrici di Reddito)
* Senegal: campo di formazione dei giovani
* Zimbabwe: produzione e vendita di candele

**********************************************************************

MAEJT: formazione impiego dei giovani all’Assemblea Generale di Ouagadougou capitale del Burkina Faso
L’Assemblea Generale del MAEJT (Movimento africano bambini giovani lavoratori) avrà inizio il 21 ottobre a Ouagadougou fino al 2 novembre. La seconda settimana, un laboratorio studierà per la prima volta le questioni della formazione per l’impiego e il contributo delle AGR. Preparatevi, portateci immagini e racconti delle vostre esperienze, saranno raccontate nel prossimo numero 120 del Calao Express!!!
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

* Benin: concretizzazione dei 12 Diritti degli Ejt
Dal 10 al 15 agosto 2013, gli Ejt di Lac Nokoué hanno organizzato un’attività di concretizzazione dei 12 diritti degli Ejt, che ha portato alla creazione di 12 squadre di giochi, ognuna portante come nome uno dei Diritti degli Ejt. Tre sono stati i giochi messi in gara. Si tratta dei giochi di “trait”, i giochi di «boutou» e il gioco migliori ballerini. Questa antica pratica che i genitori realizzavano all’età di 15 anni per lasciare la terra ferma ed entrare nella zona innondata, ha mobilizzato più di 500 spettatori. Tra le 12 squadre formatesi sui Diritti degli Ejt, 7 sono risultate vincitrici, precisamente: 1- Squadra “Diritto ad una formazione per imparare un mestiere”, 2-Squadra “Diritto ad imparare a leggere e scrivere”, 3-Squadrea “Diritto a divertirsi e giocare”, 4-Squadra “Diritto al riposo in caso di malattia”, 5-Squadra “Diritto a essere ascoltati”, 6-Squadra “Diritto a esprimersi ed organizzarsi”, 7-Squadra “Diritto a rimanere al villaggio e non dover intraprendere l’esodo”
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

* Burundi: partita di chiusura del torneo di calcio
Il 1 settembre 2013, si è giocata a Cibitoke la finale del torneo di calcio intitolato “Tutti insieme sradicheremo la tratta di essere umani!”. Si sono sfidati la squadra «Rapido Star» della SEST contro la squadra «Young Star». La partita si è conclusa con la vittoria di «Rapido Star» con un risultato di 2 a 0. La giornata è terminata con la consegna del premio alla squadra vincente, alla squadra vinta, e a quella che ha occupato il terzo posto, al miglior portiere, al miglior segnatore e alla squadra che si è comportata meglio durante il torneo. Hanno partecipato all’evento il rappresentante dell’amministrazione di Cibitoke, il rappresentante della polizia nazionale, l’organizzazione JUSTICE & EQUITE, e molti abitanti di Cibitoke.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

* Costa d’Avorio: coinvolgimento degli Ejt nel processo di monitoraggio dei Diritti del Bambino
Gli Ejt della Costa d’Avorio ancora più coinvolti nel processo di monitoraggio dei Diritti del Bambino. In collaborazione con il Forum delle ONG di aiuto all’infanzia in difficoltà e Save the Children International, gli Ejt hanno condotto la presentazione della relazione della Costa d’Avorio per la sessione dell’agenzia delle Nazioni Unite per i Diritti Umani. Si tratta della Revisione Periodica Universale (UPR): un processo interstatale creato in conformità alla risoluzione 5/1 del Consiglio dei Diritti dell’Uomo. Offre alle organizzazione dei Diritti del Bambino l’opportunità di segnalare le infrazioni importanti commesse dagli Stati riguardo i loro obblighi di realizzare i Diritti del Bambini nel paese.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,

* Gambia: sensibilizzazione sulla malaria
Con il sostegno di Scotia Gambia Association (NSGA), l’AEJT di Soma ha organizzato 3 giorni di sensibilizzazione porta a porta, nella comunità di Soma e nei villaggi vicini, sull’importanza di dormire sotto le zanzariere, la disinfestazione e i pericoli della malaria. Questa sensibilizzazione, realizzata da 50 Ejt volontari, ha coinvolto 1000 persone a Soma. Questo ha permesso agli Ejt di essere coinvolti nella campagna di disinfestazione delle case che sarà lanciata a inizi del mese d’ottobre e anche di stringere una collaborazione con le autorità sanitarie della località. Grazie a questa, la conoscenza dell’AEJT si è diffusa di più e hanno registrato 40 nuovi membri.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

* Guinea: azioni di lotta contro il colera
Dal 27 giungo al 6 luglio, l’AEJT di Dubréka ha organizzato una campagna di risanamento dei luoghi pubblici del loro comune urbano. (Direzione della Prefettura Sanità, Ospedale di Prefettura, 4 centri di salute, la sede della Prefettura, la Direzione degli Affari sociali e dell’Infanzia, e il Municipio). Insieme con la sensibilizzazione sui mezzi di prevenzione e la cura del colera, queste azioni avevano come obiettivo fermare la diffusione delle malattie diarroiche e rafforzare le relazioni tra gli Ejt, le autorità e la popolazione. Questa campagna di risanamento e sensibilizzazione è stata possibile grazie all’appoggio finanziario e materiale della Direzione degli Affari sociali e dell’Infanzia. Ha coinvolto 85 Ejt e gli animatori delle strutture d’appoggio. Sono stati dati anche dei consigli pratici alla popolazione. Tra gli altri di pulire frequentemente le abitazioni, di lavarsi le mani col sapone e la candeggina prima di mangiare e dopo essere andati in bagno, cuocere bene gli alimenti prima di consumarli e segnalare ogni caso sospetto al personale medico. Gli stessi tipi di attività saranno realizzati in altri villaggi.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

* Repubblica Democratica del Congo: lotta contro la malaria/organizzazione di AGR
- Nel mese di agosto, l’AEJT di Kinshasa ha ricevuto una formazione di 3 giorni sulla malaria, le sue conseguenze e le tecniche di sensibilizzazione sulle modalità di prevenzione della malattia. In collaborazione con il partner Médecin du Monde, questa formazione ha riunito 44 Ejt provenienti da tutti i Gruppi di Base. Alla fine, i diversi attori sono scesi sul campo per spiegare alle popolazioni come prevenire e lottare contro questo flagello. Hanno provveduto alla distribuzione di 700 zanzariere: due per ogni abitazione.
- 6 Ejt del Gruppo di Base «mwira wa yesu», hanno avviato i bambini al mestiere del pascolamento di capre. I membri di questo Gruppo di Base ospitano i ragazzi che si occupano delle capre provenienti dal Burundi, per essere vendute a Uvira e Misisi. Con i loro prodotti, questi bambini pastori si attrezzano finanziariamente per l’inizio dell’anno scolastico 20013-2014. Allo stesso modo, i Gruppi di Base di Uvira, composti da fabbricanti di forni, hanno formato 18 Ejt non-membri al mestiere della fabbricazione di forni.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

* Senegal: campo di formazione dei giovani
Dal 4 al 14 di settembre 2013 si è tenuto a Mbour un campo di formazione per gli Ejt. Facilitato da Enda Jeunesse Action e appoggiato da Save the Children, l’obiettivo del campo era formare i giovani sulla protezione del bambino, vi hanno partecipato 61 giovani senegalesi e 1 guineano. Hanno firmato un patto per aumentare il loro impegno a sostegno dei bambini in difficoltà nelle loro località. Di volta in volta, gli Ejt hanno parlato davanti l’uditorio e spiegato le ragioni della scelta che li ha portati a partecipare al campo di formazione: disponibilità, impegno e partecipazione alle attività di protezione. Ogni ragazzo ha ricevuto un braccialetto simbolico che rappresenta un forte patto sociale nel processo di formazione. Si devono impegnare a tradurre in azioni i loro impegni e sottoporre i risultati della formazione al proprio Gruppo di Base. Tutte le attività che contribuiranno a raggiungere gli obiettivi pedagogici (sport, tempo libero, lavori di gruppo nelle “famiglie”, plenarie e veglie notturne) sono stati i temi forti della formazione.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

* Zimbabwe: produzione e vendita di candele
Dal 2010, l’AEJT di Zvishavane si è lanciata nel progetto di produzione e vendita di candele. Per raggiungere questo obiettivo, gli Ejt hanno precedentemente condotto una ricerca per valutare la fattibilità del progetto. Hanno trovato che il settore si trova ad affrontare gravi carenze di energia elettrica. Questo progetto li incoraggia: vi è una mancanza di fornitore locale di candele, quindi meno concorrenza. Il progetto non richiede input costosi. È un modo per insegnare ai bambini delle competenze di vita. Il rendimento è elevato e la continuità è assicurata. Il progetto contribuisce a dare più visibilità all’AEJT. Una formazione è stata organizzata con i bambini coinvolti nel progetto per una buona produzione di candele. Nel Gruppo di Base, i bambini sono riusciti a produrre delle candele come campioni della produzione futura per dei progetti generatori di reddito. Oltre a contribuire all’assistenza dei bambini orfani e dei bambini di famiglie povere, i guadagni del progetto sono utilizzati per assicurare il buon funzionamento dell’associazione.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si prega di cliccare sul seguente link per vedere il logo del 9° incontro realizzato dagli Ejt: http://www.maejt.org/Images/ejtr_francais.jpg

Seguite l’AG di Ouagadougou su www.maejt.org

Appuntamento a novembre con Calao Express 120
tradotto da ITALIANATS/ASoC

StampaEmail

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.