2013 ancora in Perù: Progetto Maria Angola - Adotta un Insegnante

Il . Inserito in Peru - Adottiamo un insegnante

 Il programma “Maria Angola”: il nome di tale progetto viene dalla campana maestra della cattedrale di Cusco che, secondo la leggenda, è stata fusa con l'oro e il sangue di un indigeno per valorizzare il suo suono. La campana suona due volte all’anno per Natale e il Corpus Christi.

 

Il programma è iniziato nel 2004 con l’obiettivo di offrire, attraverso il Centro Educativo Caith per bambine, adolescenti e giovani lavoratrici domestiche, l’opportunità di accedere ad un’educazione di qualità, che tenga conto delle loro necessità e condizioni. In questo modo le utenti potranno ricevere un’istruzione adeguata alle loro necessità e al tempo stesso ricevere un titolo di studio riconosciuto dal Ministero dell’Educazione Peruviano.

Obiettivo
L
’obiettivo prevede la raccolta di fondi per coprire le spese dello stipendio di 12 insegnanti per l’istruzione delle bambine del settore sociale “invisibile”, perché domestiche rinchiuse nelle case dei datori di lavoro, che spesso impediscono alle bambine e adolescenti di uscire e in alcuni casi arrivano ad estreme azioni di schiavitù e/o violenza. Si tratta soprattutto di ragazzine che per tradizione vengono spinte a lasciare ancora giovanissime le loro Comunità disperse nelle Ande attorno a Cusco, in quanto considerate un peso per le loro famiglie.

Il Progetto è sempre più conosciuto anche in Italia, veicolato e molto sostenuto da parte di viaggiatori italiani passati da Cusco. Asoc nel il 2013 ha organizzato un viaggio di turismo solidale con base presso il Caith.,centro che ospita soprattutto ragazzine domestiche, alle quali assicura un servizio educativo di qualità, utile a prepararle per la vita, in grado di rafforzare la loro autostima e lo sviluppo personale, come cittadine capaci di esercitare i propri diritti e le responsabilità nel proprio contesto socio culturale. Si tratta di promuovere la formazione integrale delle lavoratrici domestiche e dei giovani lavoratori formandoli ai valori di libertà, responsabilità identità personale, sociale e culturale. A fianco della formazione alle materie prettamente scolastiche, si stimola le bambine allo sviluppo delle capacità cognitive, attitudinali per avere uguaglianza di opportunità e riuscire ad affrontare i distinti ruoli che la società richiede.

Plano de -Cusco

Attività realizzate:

1) Organizzazione e realizzazione di un Viaggio di Turismo solidale in Perù per la promozione del progetto. 9 Viaggiatori guidati da Gigi Pistillo, per 3 settimane, hanno visitato il Paese e sono stati ospiti del Caith.

2) Attivazione di 6 corsi di scuola secondaria per bambine e bambini lavoratori Attività di promozione del progetto in Italia.

3) Raccolta fondi.

Costo progettuale: € 18.500,00

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinPinterest

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.