CALAO EXPRESS 166(Novembre 2017)

Il . Inserito in Comunicati per il sito

CALAO EXPRESS 166(Novembre 2017)

Edizione digitale mensile del Movimento Africano dei Bambini e Giovani Lavoratori
(MAEJT)

Edito da Enda TM

***************************************************************************

Scrivici a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. o a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. e consulta il nostro

sito http://www.maejt.org e su facebook: https://www.facebook.com/maejt.francais

****************************************************************************

* MAJET: Partecipazione all'incontro della CEDAO ( Comunità economica degli Stati

dell'Africa Occidentale, ndr )

* MAJET: Partecipazione agli incontri dei MOLACNATs

* MAJET: Riunione del Gruppo Dirigente Esecutivo del MAJET

* Burundi: Campagna di sensibilizzazione sui diritti dei bambini e partecipazione al mercato

* Costa d' Avorio: Accesso scolastico ai Centri di alfabetizzazione e ai corsi UNESCO

* Guinea: Scambio di opinioni sulla qualità dei servizi
* Kenya: Sequenza di attività

* Niger: Battaglia contro la malaria e partecipazione ad un programma televisivo

*****************************************************************************

MAJET: Partecipazione all'incontro della CEDAO ( Comunità economica degli Stati

dell'Africa Occidentale )

Dal 2 al 4 di ottobre 2017, il MAJET ha partecipato ad un incontro di esperti della CEDAO che si è tenuto a Niamey, Nigeria. Il Movimento è stato rappresentato da EJT, compreso Kadidjatou Abdou Hamidou, nigeriana, che ha parlato a nome dei Bambini di CEDAO. Nel suo discorso ha messo a fuoco le attività del MAJET a favore dei bambini e in particolare: l' incoraggiamento dato ai propri pari e ai genitori circa la scolarizzazione di bambine e bambini, l' individuazione e la protezione di bambini in migrazione, l' attività di ascolto e consiglio rivolta ai bambini che vivono situazioni di vulnerabilità, la sensibilizzazione sui diritti dei bambini, i rischi del matrimonio precoce, la registrazione dei bambini alla nascita, ecc. Il MAJET ha richiesto alla CEDAO di far partecipare pienamente i bambini alla realizzazione del suo piano strategico in modo che possano contribuire alla promozione e alla difesa dei diritti del bambino, ma anche, e soprattutto, di considerare la partecipazione dei bambini come una strategia che funziona nelle azioni, nei progetti e nei programmi dei governi in favore dell'infanzia.Va notato che il MAJET ha partecipato a quest'incontro con le organizzazioni GRPE (Gruppo di lavoro Inter-agenzie regionali per l'Africa dell'Ovest sulla protezione dell'Infanzia)

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.,This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

* MAJET: Partecipazione agli incontri dei MOLACNATs

Dal 16 al 21 ottobre, si sono tenuti a La Paz, Bolivia due eventi, uno di seguito all'altro, ai quali ha partecipato anche il MAJET.

Il primo evento è stato il Forum Internazionale "Politiche pubbliche per l'infanzia e l'adolescenza al lavoro bambini e gli adolescenti lavoratori: Prospettive ed Esperienze dal Sud del Mondo", organizzato da La Paz Foundation, la rete di EuropaNATs e il Movimento dei Bambini e Adolescenti Lavoratori dell'America Latina e dei Caraibi (MOLACNATS). Tenutosi presso l' Università dal 16 al 18 ottobre, questo Forum ha visto la partecipazione di bambini e adolescenti lavoratori, accademici, scienziati ed esperti provenienti da quattro continenti. Il Forum ha posto principalmente l'attenzione sulle relazioni dei vari paesi asiatici, africani e sudamericani,ma anche sulla condivisione di esperienze, testimonianze e punti di vista dei diversi attori coinvolti sulla questione del lavoro minorile (genitori, bambini, ONG, ecc. ). Il MAJET ha condiviso la sua esperienza sul versante della protezione del bambino e dell'organizzazione dei gruppi di base, la sua collaborazione con le autorità locali e le istituzioni Pan-Africane come AU (Unione Africana, ndr) ed ECOWAS ( Comunità economica degli Stati dell'Africa occidentale, ndr) e poi la sua partecipazione a riunioni di questi organi esecutivi Africani dove i suoi punti di vista sono presi in considerazione. Il movimento ha anche condiviso le consultazioni dei bambini avvenute nei vari paesi per raccogliere le opinioni sul lavoro minorile e i messaggi chiave che hanno intenzione di indirizzare a chi prenderà le decisioni al prossimo incontro ministeriale previsto per novembre in Argentina.

Al Forum è seguito l'incontro del MOLACNATs che ha avuto luogo dal 19 al 21 ottobre. Questo incontro è stato caratterizzato dallo scambio di esperienze tra i partecipanti provenienti dai diversi paesi, con particolare attenzione alle professioni dei bambini e adolescenti lavoratori, alle attività che hanno svolto come associazioni, a come hanno influenzato la politica dei loro paesi e ai loro sforzi per migliorare le proprie condizioni di vita e lavorative e sul come trovare delle alternative.

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

* MAJET: Riunione del Gruppo Dirigente Esecutivo del MAJET

Il GEM (Gruppo Esecutivo Dirigente) del MAEJT si è riunito dal 03 al 12 ottobre, a Dakar (Senegal). L'EMG ha posto l'attenzione sui seguenti punti:

- scambio di esperienze tra i partecipanti;

-scambi con i partners tecnici e finanziari sulle attività organizzate e sostenute da Save the Children, da OAK Foundation, sul progetto CORAL (Corridoio Abidjan-Lagos , ndr) con Tdh (Terre des hommes, ndr), sul Pasap (Pan Africa State Accountability Project,ndr) con Plan (Plan International, ndr) e sull'iniziativa del Child Advocacy Committee (CAC) ;

- una revisione dei report economici da Gennaio a Ottobre 2017;

- riflessioni sull'applicazione del piano strategico del MAJET;

- scambio sulla collaborazione fra ISS-WA ( Istituto di Studi sulla Sicurezza, per l'Africa Occidentale) e il MAJET e l'incontro di scambio e condivisione con i media.

Durante i lavori, GEM ha ricevuto la visita di partners del MAJET fra cui Alianza por la solidaridad (organizzazione spagnola che si occupa di cooperazione e tutela dei diritti umani, ndr). GEM ha avuto un riscontro sui progressi del progetto PASSAP : i bambini del Camerun, del Kenya e della Sierra Leone hanno indetto delle consultazioni per fornire all' AU i report dei bambini in aggiunta a quelli a firma dei rispettivi governi. L'EMG ha avuto una restituzione dei workshops di consultazione “ E' tempo di parlare”, una iniziativa del Comitato per la Promozione del Bambino in vista della 4° Conferenza Internazionale sul Lavoro Minorile. Per favorire una migliore appropriazione del Piano Strategico del MEJT e la sua estensione, i delegati hanno concertato una sintesi dei pilastri e delle aree prioritarie di intervento. L' 11 Ottobre, GEM ha ricevuto alcuni partners del MAJET inclusi il CISV (Children's International Summer Villages, ndr) , IOM (Organizzazione internazionale per le migrazioni, ndr), la Delegazione dell'Unione Europea con sede a Dakar e poi la stampa (il National Daily Soleil e Les Echos) alla quale ha fatto restituzione delle azioni per proteggere i bambini capitalizzate in Mobilità e della consultazione dei bambini sul tema del lavoro minorile in 5 paesi africani sopra menzionata. GEM ha parlato anche del posto delle bambine e dei bambini nel MAJET e ha presentato il piano strategico del MAJET, incluse le sue 5 priorità. Queste presentazioni sono state seguite da scambi..

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

* Burundi: Campagna di sensibilizzazione sui diritti dei bambini e partecipazione al mercato

Per ampliare i gruppi di base nel Burundi e permettere adesioni a questi gruppi, l'emittente indipendente “Le voci del Burundi” ha sviluppato un programma per sensibilizzare i bambini vulnerabili che vivono nei diversi quartieri e colline elevando la loro consapevolezza sugli obiettivi dell'associazione, che sono:

- preservare i diritti dei bambini dando esecuzione ad azioni proposte dai bambini stessi;

- riunire i bambini soggetti a trattamenti pietosi in gruppi di base secondo le loro località cosicché possano combattere per i loro diritti e sviluppare sentimenti di fraternità e solidarietà fra di loro;

- rinforzare le capacità dei membri e incoraggiare i disoccupati che entrano nell'associazione a dare il via ad attività generatrici di reddito;

- contribuire alla battaglia contro la povertà negli ambienti dei bambini e dando vita a lavori di propria iniziativa.

La sensibilizzazione avviene anche attraverso i social networks come facebook, whatsapp, twitter per richiamare l'attenzione dei vari fan dei social networks e incoraggiarli a promuovere i diritti dei bambini del Burundi in particolare e a combattere per essi. In più, SEST Bujumbura-Rural (Sinergia dei bambini in Situazione di Lavoro rurale di Bujumbura)ha partecipato alla fiera espositiva al Palazzo e delle Arti e della Cultura del Burundi. Cogliendo questa opportunità, il SEST ha esposto le sue AGR in questa fiera che è durata una settimana. Questo gli ha consentito di guadagnare soldi e aiutare i membri del SEST Bujumbura-Rural.

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

* Costa d' Avorio: Accesso scolastico ai Centri di alfabetizzazione e ai corsi UNESCO

L' 11 Settembre si è tenuta presso la municipalità di Grand Bassam una campagna di sensibilizzazione e informazione sull'importanza del diritto ad imparare a leggere e scrivere. La giornata di apertura della campagna ha avuto luogo sul piazzale del Carrefour Jeunesse (piazzale di un grande supermercato di prodotti per la gioventù). Hanno presenziato Centri di alfabetizzazione, scuole franco-arabe, la Camera dell'artigianato, l'Associazione delle officine, il Municipio, l'Ispettorato della scuola primaria (IEP) e molti commercianti. Durante queste giornate sono state realizzate molte attività: gare di lettura, dettato, scrittura, calcolo.  Ci sono state molte testimonianze da parte dei partecipanti al fine di mostrare alla popolazione e alle autorità le proprie competenze. L'ispettore ha lodato il coraggio e l'impegno degli EJT nell'azione di concretizzazione del diritto a leggere e scrivere. Egli ha promesso di coprire le spese di iscrizione e di facilitare le procedure per ogni bambino che desidera affrontare l'esame per l'ammissione alla sesta classe di alfabetizzazione. This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

* Guinea: scambio di opinioni sulla qualità dei servizi
Dal 21 al 30 Settembre, il CNAEJT/G (Coordinamento Nazionale dell' AEJT della Guinea) ha organizzato un incontro a Mamou sulla qualità dei servizi.  Il fine era quello di rafforzare al meglio la capacità degli EJT di aiutare i bambini che vivono in situazioni vulnerabili e di capire quale sia la qualità dei servizi messi in campo dai vari attori nelle comunità nell'ambito della protezione dell'infanzia. L'obiettivo di questa attività è quello di rendere consapevoli gli EJT dei livelli di qualità dei servizi di protezione del bambino che servono per migliorare il loro coinvolgimento nell'aiuto a bambini vulnerabili. Dopo una settimana di formazione, informazione  e attività sul campo, i partecipanti hanno fatto giochi di ruolo su come raccogliere informazioni sulle situazioni di vulnerabilità dei bambini nei differenti AEJT. This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

* Kenya: Sequenza di attività

In questo momento, gli EJT del Kenya contano 4 associazioni attive (Nairobi, Machakos, Homabay, Thika) per un totale di 20 vivaci gruppi di base con 2400 membri. Le principali attività includono l'uso dello sport come strumento di promozione dei diritti di base dei bambini. I bambini sono coinvolti anche in attività musicali, danza, teatro, dibattiti, talk shows e attività di acrobazia per esprimere i loro talenti. In aggiunta a questo, i bambini partecipano a dimostrazioni in favore della pace, operazioni di igiene ambientale, attività generatrici di reddito e celebrazioni internazionali per la giornata del bambino. This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

* Niger: Battaglia contro la malaria e partecipazione ad un programma televisivo
Dato l'alto tasso di mortalità dovuto alla malaria, che devasta il Niger soprattutto durante la stagione delle piogge, gli EJT di Niamey, Harobanda, Djamwey e qualche villaggio circostante si sono impegnati nella battaglia contro la malaria a partire da luglio 2017, con l'accordo e la collaborazione di diverse autorità. Gli EJT hanno dato il loro contributo creando e affiggendo cartelli informativi in luoghi pubblici. Lo scopo è principalmente quello di alzare il grado sensibilizzazione e vietare alla popolazione e ai residenti di gettare immondizie ovunque prevedendo contestualmente una multa di  500fcfa per i trasgressori. Questa multa può essere pagata al registratore di cassa nell'ufficio del capo villaggio o presso l'ufficio del capo di quartiere e il ricavato verrà utilizzato per le spese mediche dei bambini ammalati di malaria. Ancora, il 21 ottobre l' AEJT ha partecipato a un dibattito televisivo sul canale "Dounia-TV" (TV nazionale), trasmesso in differita due giorni dopo. Il dibattito si è concentrato sulla questione dell'uso delle droghe da parte della popolazione giovanile. E' stata un'opportunità per gli EJT di promuovere l' AEJT con la sua mission e le sue azioni. Sono in corso trattative per una collaborazione fra l' AEJT e la suddetta televisione.

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

 

Rimaniamo in attesa di rivedervi con il Calao Express n°167!

 

Tradotto da ASoC Italia
www.asoc.it

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinPinterest

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.