MAEJT: CALAO EXPRESS 157 (gennaio 2016)

Il . Inserito in Comunicati per il sito

CALAO EXPRESS 157(Gennaio 2016)

Edizione digitale mensile del Movimento Africano dei Bambini e Giovani Lavoratori (MAEJT)

Edito da Enda TM

*********************************************************************

Scrivici a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

e consulta il nostro sito
http://www.maejt.org e su facebook: https://www.facebook.com/maejt.francais

***************************************************************************************

* MAEJT: ECOWAS include la partecipazione bambini e giovani nelle proprie politiche

* MAEJT: Laboratori di capitalizzazione di esperienze

* MAEJT: Due EJT alla 7a Conferenza Internazionale sulle Politiche per l'Infanzia Africana (IPC)

* MAEJT: Partecipazione al Comitato direttivo del Network Africa Occidentale 2016

* Burkina Faso: "Concorso di disegni e poesie sulla tutela dei minori e la riduzione del rischio di catastrofi per la celebrazione di novembre 20th2016" (CDE)

* Senegal: Partecipazione alla consultazione della Società Civile sul futuro della programmazione europea congiunta

*********************************************************************************

Legenda:

EJT: Enfants et Jeunes Travailleurs – WCY: Working Children and Youth = Bambini e Giovani Lavoratori

AEJT: Association National ou local des Enfants et Jeunes Travailleurs - (WCYA sigla inglese) = Associazioni nazionale o locale di Bambini e giovani lavoratori che riunisce tutti i gruppi di base del Paese

MAEJT: Mouvement Africain des Enfants et Jeunes Travailleurs – (AMWCY nei Paesi anglofoni) = Movimento Africano dei Bambini e giovani lavoratori, governato da una Commissione composta da giovani delegati eletti dalle Assemblee nazionali delle Associazioni dei diversi Paesi africani che eleggono un membro all’interno della Commissione Africana

AGR: Activités Génératrices de Revenus – Activity Generate Revenue = Attività Generatrici di Reddito

* MAEJT: ECOWAS include la partecipazione bambini e giovani nelle proprie politiche

Il 19 e 20 dicembre 2016 il Meeting del Gruppo Regionale sulla Protezione dell'Infanzia (RGCP) con ECOWAS(Comunità economica degli Stati Africa dell'Ovest) è stata coordinata dall'Ufficio regionale UNICEF a Dakar / Senegal. Questo Meeting ha visto la partecipazione delle Organizzazioni operanti nell'area della Protezione del Bambino, incluso il Maejt. In quanto membro attivo di RGCP, il Maejt era rappresentato da due bambini delegati accompagnati dal Responsabile del Programma Mobilità del Movimento. Nella loro introduzione I delegati hanno presentato il Maejt, le loro attività ed aspettative che consistono nell'ascolto, formazione, e capacitazione delle Organizzazioni di bambini. Durante il meeting I partecipanti hanno valutato la collaborazione tra RGCP e ECOWAS prima di pianificare una road map per la elaborazione di un documento strategico basato su 5 priorità: (matrimoni precoci, Lavoro minorile, esodo e mobilità precoce, violenza e Mutilazioni Genitali femminili FGM), Il monitoraggio del contesto da parte ECOWAS, e una dichiarazione congiunta da sottomettere ai Ministri di ECOWAS affinché sià approvata il prossimo giugno 2017. Questi testi diretti a ECOWAS includono proposte di partecipazione in attività e prese di decisioni delle Organizzazioni di bambini e giovani.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

* MAEJT: Laboratori di capitalizzazione di esperienze

Il 14 e 15 dicembre 2016 il Maejt ha organizzato un seminario per capitalizzare i risultati del progetto intitolato: “Bambini lavoratori: Attori nella loro stessa protezione implementato da Maejt/ Enda in 6 Paesi: Benin, Burkina Faso, Ivory Coast, Mali, Niger and Togo. Questo seminario si è tenuto a Dakar-Senegal e sostenuto da Save the Children. Erano presenti i rappresentanti della Coordinazione dei sei Paesi dove il progetto è operante, un EJT del Cameroon e uno del Senegal che era allo stesso tempo membro del Gruppo Esecutivo Menagerale (GEM) e dello staff di Enda. L'obiettivo di questo seminario era per condividere i cambiamenti apportati dal progetto, per valutare le migliori pratiche, lezioni apprese e le aree di miglioramento in tema di protezione dei bambini, in movimento. Il workshop è stato uno spazio per la condivisione di esperienze impreziosita da un lavoro di gruppo, seguito da presentazioni plenarie sui risultati delle attività svolte nel campo: cosa ha funzionato, le migliori pratiche verificate, approcci a nuove strategie, cosa non ha funzionato, e come migliorare . In sintesi, i partecipanti hanno esaminato il progetto, identificato le principali sfide del intervento, hanno analizzato lo stato del partenariato, avanzato proposte, ecc . I partecipanti hanno partecipato ad una sessione sul funzionamento di Save the Children International (SCI), le forme di finanziamento e la presentazione dei Paesi membri che finanziano gli uffici nazionali.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

* MAEJT: Due EJT alla 7a Conferenza Internazionale delle Linee di condotta per l'Infanzia Africana (IPC)

Due EJT di Ruanda e Cameroon hanno partecipato alla settima Conferenza Internazionale sulle Politiche per il Bambino africano (IPC) con all'Ordine del giorno: "La nostra vergogna coperta: Crimini e estrema violenza contro i bambini in Africa” La Conferenza si è tenuta il 7 e 8 di novembre 2016 presso la sede delle Nazioni Unite ad Adiss Abeba.

Organizzata da ACPF (African Child Policy Forum), questa conferenza finalizzata a una piattaforma per il dialogo e l'interazione sulle sfide affrontate dai Bambini in Africa e le politiche che si dovrebbero implementare per assicurare il loro benestare. Le Presentazioni principalmente focalizzate sui tipi di violenza perpetrate contro vari specifici gruppi di bambini nel Continente africano, inclusi bambini con disabilità, albini, bambini accusati di stregoneria, bambini vittime di omicidio e di sacrifici rituali, etc. I diversi Paesi hanno anche condiviso i meccanismi che hanno perseguito per porre fine a queste pratiche nocive e la violenza contro i bambini. I partecipanti hanno posto anche l'accento sul ruolo cruciale che i media devono svolgere nella promozione dei diritti dei bambini.

I due EJT rappresentanti del Maejt hanno presentato l'esperienza di protezione e tutela dei minori grazie al ruolo dei gruppi di base. Hanno inoltre sottolineato le forme di violenza che subiscono i bambini che lavorano in strada,e quelli che vivono in strada, la mancanza di fiducia delle Organizzazioni che spesso evitano di coinvolgere le Organizzazioni dei bambini su questioni che li riguardano, e il fallimento dei Paesi nella protezione dei minori, ecc..

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

* MAEJT: Partecipazione al Comitato direttivo del Network Africa Occidentale 2016

Il Maejt in qualità di membro attivo della Rete dell'Africa dell'Ovest - West African Network (WAN) per la Protezione dei Bambini ha partecipato al 12° meeting del Comitato Direttivo (COPIL) organizzato dal 3 al 5 novembre 2016 ad Abidjan. Finora c'erano 10 punti di focalizzazione da parte dei membri dei differenti Paesi del network in rappresentanza dell'intero Movimento. Quest'anno sotto la leadership di ECOWAS (Economic Comunity of West African States), il COPIL ha preso una nuova direzione. Infatti, è stata l'occasione per lanciare il “Manuale di procedure e standard per la protezione e il reinserimento dei bambini vulnerabili e dei giovani in mobilità” da parte del Commissario ECOWAS. Erano presenti al Meeting inoltre Direttori e Ministri con l'incarico della Protezione del Bambino, dove la funzione di Presidente era affidata al Ministro per la Protezione del Bambino del Burkina Faso. Di fronte a tale qualificata rappresentanza di leader, Maejt è intervenuto su cosa i bambini e i giovani vogliono. Ha incentrato il suo intervento sul ruolo chiave del Movimento per affrontare la vulnerabilità dei bambini, per fornire competenze e assicurare il coinvolgimento dei bambini e giovani africani nei processi decisionali. Alla fine della riunione, un ringraziamento è stato rivolto al MAEJT che, in ambiti cruciali, è diventato un anello insostituibile di questa catena di protezione. Il Movimento è ora visto come l'elemento chiave che rende operativo il lavoro di identificazione e di seguimento di casi.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

* Burkina Faso: "Concorso di disegni e poesie sulla tutela dei minori e la riduzione del rischio di catastrofi per la celebrazione di novembre 20th2016" (CDE)

Il Coordinamento Nazionale di AEJT del Burkina Faso ha organizzato una serie di attività come per esempio un concorso di pittura e di poesia in Ouagadougou a beneficio dei bambini. L'obiettivo è quello di contribuire a sensibilizzare i bambini nelle scuole primarie pubbliche e private, centri di formazione, gruppi di base di EJT, i bambini che hanno lasciato la scuola, così come quelli che a scuola non ci vanno, sulla protezione dei bambini contro la violenza, le conseguenze negative della non scolarizzazione o l'importanza di mantenere i bambini a scuola e la riduzione del rischio in caso di disastri. Questo concorso è stato giustificato dalla necessità di creare uno spazio per i bambini al fine di consentire loro di sentirsi coinvolti, di esprimersi, di proporre azioni attraverso disegni e parole per ridurre i rischi di catastrofi e per proteggere i bambini contro la violenza prima, durante e dopo situazioni di disastro. Per raggiungere questo obiettivo, 92 bambini provenienti da 8 scuole primarie pubbliche e private, un centro di formazione e di 5 gruppi di base dalla AEJT Ouagadougou hanno preso parte a questa competizione. Due i temi: la tutela dei minori e riduzione del rischio di catastrofi. I risultati di questo concorso sono stati deliberati da una giuria composta da due insegnanti in rappresentanza di scuole primarie pubbliche e private, un membro di AEJT Burkina Faso e membro del Consiglio nazionale consultivo di ragazzi e giovani del Burkina (CNEJB). 8 bambini (3 ragazze e 5 ragazzi) di età compresa tra 11-14 sono stati premiati con forniture di scuola compresi (zaini, quaderni, penne e manuale di protezione del bambino del MAEJT …)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

* Senegal: Partecipazione alla consultazione della Società Civile sul futuro della programmazione europea congiunta

L'8 dicembre 2016, il Coordinamento Nazionale (CNAEJT) di AEJT del Senegal ha partecipato alla riunione di consultazione della società civile sul futuro della programmazione congiunta europea. La piattaforma delle ONG europee in Senegal (PFONGUE) è stata incaricata di facilitare la consultazione all'interno della società civile, in modo da contribuire a questa programmazione. Più di trenta ONG e organizzazioni sono state chiamate a riflettere su i seguenti obiettivi: sviluppo sostenibile relazionato anche ai cambiamenti climatici; una popolazione sana e istruita che goda di una protezione sociale adeguata, migliore governance e sicurezza; la gestione dei flussi migratori.

Rappresentata dal suo Responsabile mobilità ed esodo precoce, la CNAEJT è intervenuta sul rapporto di causa ed effetto tra la disoccupazione tra i giovani e la migrazione illegale. Tale analisi, considerata pertinente, è stato presa in considerazione nella preparazione documento finale.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

A presto con il Calao Express n°158!

Traduzione a cura di ASoC Italia

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinPinterest

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.