DICHIARAZIONE di Berlino - Germania 2004

DICHIARAZIONE di Berlino - Germania 2004

Noi, il Movimento Mondiale di Bambini, Bambine e Adolescenti Lavoratori organizzati di Asia, Africa e America Latina, abbiamo una esperienza di molti anni nell’ambito dell’organizzazione dell’infanzia lavoratrice.

Ci siamo riuniti nella città di Berlino per il nostro Secondo Incontro Mondiale, con l’obiettivo di consolidare il nostro Movimento Mondiale e riflettere e analizzare la situazione sociale, economica e politica che attraversano milioni di bambini e bambine nel mondo, al contempo proporre e pianificare azioni per la dignità dei bambini lavoratori.

A far parte di questo movimento siamo bambini, bambine e adolescenti lavoratori di Asia, Africa e America Latina, provenienti dalla campagna e dalle città, dove realizziamo diversi lavori come: lustrascarpe, domestici in casa di terzi, agricoltori, riciclatori, operai all’interno delle fabbriche, nel commercio, come venditori ambulanti, all’interno delle nostre case dove quotidianamente svolgiamo faccende domestiche. Allo stesso tempo con le nostre proprie organizzazioni stiamo realizzando e dando impulso a forme di lavoro degno che ci consentano di proporre alla società una economia giusta e solidaria.

Valorizziamo il nostro lavoro e lo consideriamo un diritto umano importante per il nostro sviluppo come persone. Siamo contro ogni forma di sfruttamento e allo stesso modo rifiutiamo tutto ciò che attenta alla nostra integrità fisica e morale. E’ il lavoro a permetterci di resistere con dignità al modello economico e politico oppressivo che ci criminalizza e ci esclude, peggiorando sempre più le nostre condizioni di vita e quelle delle nostre famiglie e comunità.

A partire dalla nostra organizzazione, esercitiamo la nostra partecipazione protagonista e lottiamo per essere riconosciuti come attori sociali, affinché la nostra voce sia ascoltata in tutto il mondo e affinché i governi, quando legiferano, tengano in considerazione i nostri interessi affinché noi possiamo costruire insieme a loro una società dignitosa e giusta per tutti.

Come parte del movimento sociale che lotta per un mondo degno e giusto, desideriamo influire nei processi decisionali, lottare contro le causa della povertà e per il pieno riconoscimento di tutti i nostri diritti e dei nostri valori culturali e siamo contro ogni forma di discriminazione. Vogliamo rendere possibile la felicità di una infanzia che cammina insieme agli adulti e insieme alla società in generale, per fare di questo mondo una grande casa alla portata di tutti e tutte.

Rifiutiamo tutte le misure che ci impone l’attuale sistema neoliberale, che impoverisce i nostri paesi, privatizzando servizi fondamentali come la salute, l’educazione, la ricreazione, e che distrugge le nostre culture. Inoltre rifiutiamo i grandi monopoli che vedono i bambini e le bambine come consumatori e non come una forza viva di trasformazione della società. Rifiutiamo tutte le guerre e le aggressioni che nel mondo causano la morte e la sofferenza di milioni di bambini e bambine; e siamo anche preoccupati per il deterioramento della condizione ambientale.

Noi ripudiamo la partecipazione ad azioni che attentano la dignità e alla vita come valore supremo. Vogliamo che gli adulti ci vedano come persone, attori sociali importanti nella costruzione di un pianeta libero da ogni aggressione, perché ci consideriamo messaggeri della speranza e della dignità.

Ci aspettiamo che le organizzazioni internazionali dei Diritti dell'Infanzia e del Lavoro, includendo l'OIL e la "Global March", riconsiderino le loro politiche di sradicamento del lavoro minorile. Queste politiche non prendono in considerazione le realtà dei bambini, bambine ed adolescenti lavoratori e le alternative possibili al lavoro sfruttato. Inoltre stanno violando la dignità e negando i diritti dei bambini, bambine ed adolescenti lavoratori, operando divisioni tra noi, che pur condividiamo una stessa realtà: essere lavoratori. Vogliamo discutere con dette organizzazioni affinché riconoscano il nostro diritto di proporre soluzioni ai nostri problemi così come la validità dei nostri processi di organizzativi.

Attraverso questo Secondo Incontro Mondiale riaffermiamo il nostro impegno di continuare a costruire un Movimento Mondiale per la lotta, la difesa e la promozione del rispetto dei diritti non sono dei bambini e bambine lavoratori, ma di tutta l’infanzia in generale.

Desideriamo ringraziare gli adulti e le organizzazioni che credono in noi e camminano al nostro fianco, unendosi alla nostra lotta per la rivendicazione dei nostri diritti e dei nostri sogni di allegria e speranza, e per un mondo migliore.

SI AL LAVORO DEGNO, NO ALLO SFRUTTAMENTO

PERCHE’ NOI NON SIAMO IL PROBLEMA, MA PARTE DELLA SOLUZIONE

AFFINCHE’ LE NOSTRI VOCI VENGANO ASCOLTATE NEL MONDO INTERO

Berlino 2 Maggio 2004

Sottoscritto dalle delegazioni di bambini, bambine, adolescenti e giovani dei tre continenti Asia, Africa e America Latina

Maejt (Movimento africano dei bambini e giovani lavoratori)
Feleciano Ignacio Sambimbi; Angola
John Phiri ; Zimbabwe
Sandra Avoce; Bénin
Jean Marie Nkurunziza; Rwanda
Sophie Amelia Faye ; Sénégal
Awa Niang ; Sénégal
Tambaké Tounkara ; Guinea
Gilbert Maurice Ouedraogo Zoewendsaongo,; Burkina Faso
Awa Kangaye; Niger
Antonio Infanda,; Guinea Bissau

Organizzazioni di bambini e adolescenti lavoratori dell’Asia:
Anuj Chowdhuri ; India
Raju Kumar ; India
Manjula Muninarasimha; India
Salah Uddin Master ; Bangladesh
Feroz Nasir Ahmed ; Afghanistan
Shankar Dahal; Nepal
Saranchimeg Bayaraa; Mongolia
Enkhjargal Myagmarsuren; Mongolia

Molacnats (Movimento latinoamericano e dei Caraibi di bambini e adolescenti lavoratori)
Angie Rocio Diaz Plazas ; Colombia
Lina Paola Martinez Reyes; Colombia
Lisandro Cáceres Guevara; Perú
Jacy Jussara Ore Paima; Perú
Jhon Ricardo Botello; Bolivia
Valera Yajaira del Carmen Silva; Venezuela
Jaqueline Valeria Saint Anne Saint Anne; Chile
Joel Aquino; Paraguay
Pura Limpia Concepción Gonzalez Zayas; Paraguay
Edwin José Pérez García; Guatemala
Raúl Pérez Rivera, México
Mari Cruz Pérez Ortiz; México

StampaEmail

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.